Blog: http://francesca-lu.ilcannocchiale.it

_


All'improvviso mi si gira lo stomaco e non riesco a trattenere le lacrime..
eravamo "solo" colleghi..
tu avevi il viso sempre pieno di sorrisi...

quando l'Ale mi ha detto che era morto un nostro collega non 
so perché ho pensato proprio a te..tra i tanti.. non so,

tu rappresenti il vuoto che lascia la perdita, rappresenti 
i tanti punti interrogativi della vita...
vorrei alleviare il dolore della tua famiglia, vorrei dire loro che "il tempo guarisce",
ma non sarà così:  ci sono ferite che sanguinano sempre, 
dolori insopportabili anche dopo 20 anni, 
vuoti a cui non ci si abitua mai,
nottate passate a piangere come bambini e un eterna malinconia negli occhi...
mai più felici fino in fondo...
rimane una domanda sul cuore di tutti...una domanda semplice, ma senza risposta..
perché tanta soferenza?

Pubblicato il 20/8/2009 alle 23.14 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web