Blog: http://francesca-lu.ilcannocchiale.it

lettura consigliata

SOLITUDINI, Paolo Crepet

l'unica pecca di questo libro è di essere breve...

chi di noi non si è mai sentito solo?

"...sei sempre riuscita ad amare solo le cose lontane: la nonna quando non c'era più, l'adolescenza passata, i tuoi amori finiti. La tua migliore amica abitava in una città irraggiungibile. Dell'amore hai amato l'assenza.Mi hai insegnato a innalzare distanze e difese, a sublimare la latitanza, a prediligere un'alterità vuota a un identità malconcia. Mi hai allevato a credere che il desideri cerca solo il desiderio, non il suo appagamento. Ogni giorno mi hai ricordato che le persone, gli oggetti, non devono suscitare emozioni, ma ricordi, ma ti sei scordata di insegnarmi che il ricordo di un dolore è ancora doloroso, mentre quello di una gioia non è più gioia."

Pubblicato il 24/3/2011 alle 23.27 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web